PSIonline
PLaurOnLine
PPadOnLine
PPragOnLine

PSI XIII 1296
Edizione PSI XIII 1296

Galleria (1)

  PSI XIII 1296 a r.jpg     PSI XIII 1296 a v.jpg     PSI XIII 1296 b r.jpg     PSI XIII 1296 b v .jpg  


Link di download (2)

PSI XIII 1296 a r.jpg PSI XIII 1296 a r.jpg

PSI XIII 1296 a v.jpg PSI XIII 1296 a v.jpg

PSI XIII 1296 b r.jpg PSI XIII 1296 b r.jpg

PSI XIII 1296 b v .jpg PSI XIII 1296 b v .jpg


(1) : Click sulle immagini sottostanti per avviare la presentazione.
(2) : Link per scaricare l'immagine nella dimensione originale.
Inventario PSI inv. 2462
Tipologia: Letterario
Luogo di conservazione Firenze, Istituto Papirologico “G. Vitelli”
Luogo di provenienza Antinoupolis
Materiale Pergamena
Tipologia libraria Codice
Contenuto recto
Contenuto verso
Datazione VIII d.C.
Data - -
Numero dei frammenti 2
Dimensioni foglio a: cm 23 x 12; foglio b: cm 21,7 x 9,8
Contenuto Johannes, Opera miscellanea: fol. a, p. 1: Durata del giorno e della notte nei mesi egiziani; pp. 2-4: synzetesis tra i SS. Basilio e G. Nazianzieno; fol. b: pp. 1-4: Johannes, Apocalypsis, 18,16 – 18,7; 19,4 - 19,6
Note La pergamena proviene dagli scavi condotti da E. Breccia ad Antinoupolis nel 1937.

La pergamena risulta “distrutta” sia un appunto (che comprende anche il PSI XIII 1297) che nel quaderno dei numeri di inventario alla Biblioteca Medicea Laurenziana. Tuttavia, come risulta in I. Crisci, “La collezione dei papiri di Firenze”, in D.H. Samuel (a cura di), “Proceedings of the Twelfth International Congress of Papyrology” (American Studies in Papyrology, VII), Toronto 1970, p. 93, entrambe le pergamene sono conservate all’Istituto.

Rimangono i resti di otto pagine di un codice palinsesto il cui testo originario, in lingua copta, è stato lavato via in modo grossolano.

Datazione originaria: VII-VIII d.C. (ripresa in LDAB 2839). La datazione al secolo VIII d.C., qui riportata, è stata proposta da E.G. Turner, “The Typology of the Early Codex” (Haney Foundation Series XVIII), Pennsylvania 1977, p. 163, nr. NTParch. 111, p. 129, nr. 505a. Una datazione alla fine del III d.C. è stata proposta da G. Cavallo in “Ricerche sulla Maiuscola Biblica”, Firenze 1967, pp. 120-121, Tav. 110.

Bibliografia: Van Haelst 0567 + 0629; Nestlé, Aland 0229; M. Naldini, “Documenti dell’Antichità cristiana. Papiri e pergamene greco-egizie della Raccolta Fiorentina”, Firenze 1965, p. 20, nr. 23, Tav. XVI + p. 25, nr. 30, Tav. XIX; R. Pintaudi (a cura di), “Papiri greci e latini a Firenze. Secoli III a.C. – VIII d.C.” (Pap.Flor. XII suppl.), Firenze 1983, p. 86, nr. 320 (1296a), p. 86, nr. 318 (1296b); “Papiri dell’Istituto Papirologico «G. Vitelli»” (Quaderni dell’Accademia delle Arti del Disegno 1), Firenze 1988, p. 48, nr. 54.

Riproduzione fotografica delle pp. 2-3 del foglio a in M. Norsa, “La Scrittura Letteraria greca dal secolo IV a.C. all’VIII d.C.”, Firenze 1939, p. 36, Tav. XVIII b; del fol. b in PSI XIII, Tav. I; di un fr. in PSI XIII, Tav. I a.

Ulteriori riproduzioni fotografiche in G. Cavallo, H. Maehler, “Greek Bookhands of the Early Byzantine Period A.D. 300 - 800” (BICS, Suppl. 47), London 1987, p. 64, Tav. 28b; M. Manfredi, “Salmo ed esempio di scrittura araba”, in L. Del Francia Barocas, “Antinoe cent’anni dopo. Catalogo della Mostra, Firenze Palazzo Medici Riccardi, 10 luglio – 1° novembre 1998”, Firenze 1998, pp. 113-114, nr. 125; “L’Istituto Papirologico “G. Vitelli”, Storia, scavi e collezioni” (CD-Rom 2003), Papiri letterari nr. 25.
Ulteriori informazioni:
Trismegistos 61688
LDAB 2839
Torna ai risultati ricerca